Polpette di spinaci vegane

Sono pochi gli ingredienti che occorrono per questa particolare ricetta dal sapore ottimo e dedicata in modo particolare a chi ha scelto di non nutrirsi di alimenti derivanti da animali che sono, lo sappiamo già, uova, miele, carne, pesce, latte e suoi derivati.

Si possono infatti sostituire questi cibi con altri altrettanto gustosi e soprattutto ricchi di tutti i nutrienti necessari per il buon funzionamento del nostro organismo. Alcuni di questi alimenti sono ricercati, come i semi di chia, presenti anche in questa ricetta, i quali, se messi in acqua o in altri liquidi, hanno il potere di renderli gelatinosi, e questo serve per ottenere un collante, da sostituire all’uovo. Le proprietà dei semi di chia comunque sono tante, e oltre a quella appena menzionata, c’è quella di non essere eccessivamente calorici.

Per preparare le polpettine che vogliamo qui proporre, occorreranno anche gli spinaci, preferibilmente da agricoltura biologica, verdura ricca di ferro e di altre importanti vitamine. Parliamo di una ricetta per giunta priva di glutine, adatta quindi anche ai celiaci, oltre che ai vegani e vegetariani, che può essere un valido secondo ma anche un perfetto antipasto.

La preparazione delle polpette di spinaci non richiede molto tempo e possiamo affermare senza ombra di dubbio che sia estremamente semplice. Quindi, anche per i meno avvezzi al cucinare, questa ricetta può essere la giusta opportunità per provare a preparare un buon piatto.

Ingredienti:

  • Polpette di spinaci250 gr di spinaci (vanno bene sia quelli freschi che quelli surgelati)
  • 40 gr di mandorle o di anacardi
  • 10 gr di semi di chia
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Buccia grattuggiata di un limone (possibilmente fresco e biologico)
  • 30 ml di acqua
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • sale q.b.

Procedimento

Primo step è quello di lavare e mondare gli spinaci, a meno che non siano surgelati e già puliti, eliminando le radici e facendo ben attenzione a lavar via tutto il terreno che si accumula sia sopra che sotto le foglie.

Mettere in seguito, ma volendo anche prima di lavare gli spinaci, i semi di chia in una ciotola piena d’acqua, mescolare e lasciar riposare per circa 15-20 minuti, finché cioè l’acqua non sarà diventata una gelatina.

Cuocere intanto a vapore gli spinaci per circa cinque minuti, oppure seguire i consigli di cottura riportati sulla confezione della verdura surgelata. Puoi anche scegliere di cuocerli in maniera diversa, per esempio con un po’ d’olio o bollendoli,conservando però l’acqua di cottura.

Mettere poi in un mixer gli spinaci e la gelatina che si sarà ottenuta dai semi di chia, oltre agli anacardi, o le mandorle, la buccia del limone non trattato,la salsa di soia e un pizzico di sale, più l’immancabile olio exrtavergine d’oliva.

Azionato il mixer, otterrai un impasto molto denso (se troppo denso rendilo piùmorbido aggiungendoci l’acqua della cottura degli spinaci).

Ora si può procedere a modellare le polpette con le mani, conferendo loro la grandezza che si desidera, prendendo poco impasto alla volta e aiutandosi con i palmi delle mani, facendo ruotare tra l’uno e l’altro palmo la polpetta, o schiacciandola.

Infine bisogna disporre le polpette su carta da forno e cuocerle sulla leccarda, in forno a 18 gradi per 20 minuti, massimo mezz’ora. Puoi cuocere le tue polpette anche in padella antiaderente o con un filo d’olio, lasciarle raffreddare un po’, disporle su un vassoio, o in una coppa, e il piatto è servito! Buon appetito!

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math