Festeggiamo con il cotechino: la sua storia, e i suoi usi

cotechinoIl cotechino è l’insaccato più utilizzato a dicembre. Soprattutto durante la fine dell’anno. La sua storia è molto particolare, ma grazie ad essa oggi è un prodotto  molto apprezzato ed utilizzato. Esistono diverse “varianti”, situate soprattutto nell’impasto: quello di Modena IGP, ad esempio, utilizza parti magre ricavate dalla muscolatura stirata, a cui si deve aggiungere anche il grasso e le immancabili cotenne.

La sua origine la si può collocare all’assedio di Mirandola, intorno al 1500: un cuoco molto ingegnoso, per non utilizzare tutta la carne dei maiali del villaggio (loro unica fonte di sostentamento), pensò di tritarne la carne e di insaccarla dentro la loro cotenna. Un’idea che si dimostrò, oltre che gustosa, anche molto seguita.

Il cotechino può essere servito con tutti i tipi di legumi: dai fagioli ai piselli o ai ceci. Inoltre, può essere fatto sia la forno (in crosta), oppure in padella insieme al riso. Un piatto adatto per un brindisi speciale!

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math